I CENACOLI GIOVANNEI

Che cosa sono
I Cenacoli Giovannei sono gruppi dove viene offerta la possibilità di avvicinare accostarsi e di approfondire con assiduità e metodo la spiritualità di san Giovanni XXIII. Il nome richiama subito il Cenacolo dove Gesù, nell’Ultima Cena, seduto a mensa con i suoi amici più intimi, ha istituito l’Eucaristia. Nel Cenacolo è nata la Chiesa, il giorno di Pentecoste, quando gli Apostoli, raccolti in preghiera con Maria, hanno ricevuto lo Spirito Santo. Dal Cenacolo sono partiti per annunciare il Vangelo di pace nel mondo intero. Eucaristia, Pentecoste, Chiesa, Vergine Maria, annuncio del Vangelo, ministero apostolico, amicizia, pace: sono i temi più cari a Papa Giovanni, gli elementi principali della sua spiritualità.

Perché sono proposti
I Cenacoli Giovannei nascono dalla convinzione che i santi non vanno soltanto studiati, ma anche pregati e imitati. La canonizzazione di san Giovanni XXIII (27 aprile 2014), ha contribuito a far conoscere la sua figura e il suo insegnamento. Per valorizzare questo prezioso tesoro spirituale, accanto allo studio e alla ricerca, è opportuno stimolare un movimento di riflessione e di preghiera, capace di sostenere una solida devozione a Papa Giovanni.

Da chi sono promossi
L’iniziativa dei Cenacoli Giovannei è promossa dalla Fondazione Papa Giovanni XXIII di Bergamo, l’istituzione nata nel 2000 su impulso del Vescovo di Bergamo e riconosciuta pubblicamente dallo Stato italiano nel 2012. Essa custodisce l’archivio personale di Papa Roncalli, riversato a partire dal 1994 dal cardinal Capovilla, comprendente sia materiale documentario che fotografico. Si tratta di diari spirituali, quaderni con discorsi e omelie, agende di lavoro, note varie e corrispondenza.

Quando e dove si incontrano
L’appuntamento dei Cenacoli Giovannei ha una periodicità che può variare a seconda delle situazioni. Dove è possibile si propone una frequenza mensile, in un giorno fisso o nella ricorrenza di qualche data significativa. In ogni caso, i Cenacoli Giovannei si incontrano almeno due volte l’anno, il 25 novembre e il 3 giugno, i giorni della nascita e della morte di A.G. Roncalli.

Come funzionano
L’incontro dei Cenacoli Giovannei prevede uno schema semplice e duttile, che si può adattare alle circostanze. Solitamente prende avvio dalla lettura di una pagina tratta dal Giornale dell’anima di Papa Giovanni, seguita da un breve commento. Dopo una pausa silenziosa, si può dare spazio di condivisione di quanto il testo ha suggerito a ciascuno. Si conclude con una preghiera ispirata da san Giovanni XXIII. È auspicabile che almeno in alcune occasioni si celebri l’Eucaristia utilizzando i testi propri della memoria liturgica di San Giovanni XXIII e pregando anche per le persone vive e defunte legate ai Cenacoli Giovannei. Sarebbe bello che alla preghiera, talvolta seguisse anche un momento di convivialità fraterna, in un clima di semplicità che ben si addice alla figura di Papa Roncalli.

Chi ne fa parte
I Cenacoli Giovannei sono proposti a persone, sacerdoti, laici, gruppi, parrocchie, comunità religiose che riconoscono in san Giovanni XXIII un modello di vita cristiana e di stile ecclesiale. I Cenacoli Giovannei sono messi “in rete” così da facilitare la comunicazione di esperienze diverse.

I sussidi
La Fondazione si impegna a preparare e a spedire a tutti i Cenacoli Giovannei che lo richiedono una traccia con testi commentati di san Giovanni XXIII, in particolare dalle pagine del suo Giornale dell’anima, memori di quanto disse lo stesso Papa Giovanni: «La mia anima è in questi fogli più che in qualsiasi altro mio scritto». Questo libro è una sorta di “breviario” dei Cenacoli  Giovannei.

Per informazioni ulteriori
Per informazioni sulle modalità di iscrizione ai Cenacoli Giovannei, che è gratuita, si può inviare una e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica: cenacoli@fondazionepapagiovannixxiii.it oppure visita la nostra sezione contattaci


IMG_7043